please wait, site is loading
Knigi Igry Programmy Muzyka Soft Video Klipy Jurnaly

La Storia

Le origini della compagnia

Circo El Grito - 20 decibel natalia bavar 03La compagnia El Grito nasce nel 2007 a Bruxelles dall’incontro tra l’acrobata uruguaiana Fabiana Ruiz Diaz e l’artista multidisciplinare Giacomo Costantini. Fabiana e Giacomo si conoscono nel 2006 in occasione di un gala dei circhi italiani. L’incontro è folgorante: dopo poche settimane partono insieme per il Sudamerica. In quel periodo, oltre alle affinità personali, i due giovani artisti scoprono una complementarietà artistica ed umana che si esprime nella volontà di fondare una compagnia di circo contemporaneo. Ripartono per l’Europa alla ricerca di uno spazio che possa accogliere il loro progetto di compagnia e, dopo aver fatto tappa a Roma e Berlino, si stabiliscono a Bruxelles, dove vengono accolti dall’ Espace Catastrophe, punto di riferimento internazionale per il circo contemporaneo, che sostiene il loro primo spettacolo Scratch & Stretch.

Grazie al successo dello spettacolo, la compagnia entra velocemente nel circuito professionale europeo, attira su di sé l’attenzione di differenti realtà culturali e ottiene, malgrado la giovanissima età dei due artisti, il sostegno del Ministero della Cultura Belga per la produzione di 20 Decibel, che debutta nel 2010 alla Biennale Internazionale di Circo Pistes de Lancement, Bruxelles. Il grande successo di 20 Decibel diviene il cuore della Compagnia, la sostanza da cui nel 2011 nasce il Circo El Grito, a cui si uniscono Gaetano Costantini, in veste di responsabile amministrativo del circo e Domenico de Vita tecnico audio e luci, conosciuto anni prima durante uno spettacolo diretto da Giorgio Rossi a Mosca.

Il tema sotteso a questo ambizioso progetto è vivere, gestire e attraversare il confine, stare in quello spazio fra le arti che permette il dialogo, in cui il circo diviene cerniera che permette, mescolandosi ad altri linguaggi artistici, di creare spettacoli in cui gli aspetti suggestivi del circo si rivedono con uno sguardo contemporaneo e una logica scenica presa dalla musica, dal teatro e dalla danza. Lo chapiteau diviene spazio teatrale aperto e itinerante, un teatro nomade che accoglie per affinità poetica tutti quelle arti che hanno favorito la ricerca e la nascita del circo contemporaneo e che con questo linguaggio desiderano continuare a declinarsi e sperimentare.

La nascita del circo

circo el grito - chapiteau Natalia Bavar 07FOTO Bavar 01

Circo El Grito

Nel Maggio 2011 il Circo El Grito inizia il suo primo tour partecipando con i propri spettacoli alla maggior parte dei festival italiani di circo e arte di strada fra cui: Andersen festival, Pennabilli, Festival Mirabilia, Festival Visioni, Tutti Matti per Colorno, Artemigrante, Cirk Fantastik, Circumnavigando. Nello stesso anno vengono invitati al più grande festival di musica e circo in Germania, il Fusion e iniziano la collaborazione con l’Associazione Giocolieri e Dintorni che li invita a partecipare con lo chapiteau al Decimo Meeting Nazionale degli Operatori di Arti Circensi per Bambini e Ragazzi.

Lo chapiteau accoglie da subito anteprime e prime nazionali di decine di compagnie di rilevanza internazionali tra le quali: Subliminati Corporation, My!Lyka, Nacho Flores, Circocentrique. A settembre il circo e l’associazione La Citè di Firenze organizzano il festival Cirk Fantastik di cui Giacomo Costantini cura la programmazione artistica.

Nel 2012 prosegue ininterrotto il tour in un susseguirsi di partecipazioni ai festival più importanti d’Europa dal Maggio all’Infanzia, organizzato dal Teatro Kismet Opera di Bari, al Festival Up! di Bruxelles; nel mentre organizzano, oltre a Cirk Fantastik, Summer Circus (Bolzano) insieme all’associazione Leit-motiv, e la Settimana del Circo Contemporaneo in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese durante il carnevale di Putignano.

In marzo 2013 El Grito inaugura un laboratorio permanente di ricerca sulla relazione tra le arti circensi e la la musica da cui nasce la collaborazione con il giovane artista di circo e musicista Timoteo Grignani, che porta alla creazione di Drums and Circus, il cui studio, presentato fuori concorso nell’ambito di Scintille / Asti Teatro 36 ottiene la menzione d’onore, con la seguente motivazione della giuria: “un esempio di straordinaria originalità e qualità che nel suo sviluppo successivo rappresenterà sicuramente una tappa luminosa nel percorso artistico della giovane compagnia di circo contemporaneo”.

Dal 2013 El grito realizza ECCI! El Grito Christmas Circus, festival di circo contemporaneo italiano, promosso da Fondazione Musica per Roma / Auditorium Parco della Musica. Il successo dell’iniziativa – decretato dalla massiccia affluenza del pubblico e dalla risposta della critica – convince definitivamente la Fondazione Musica per Roma a puntare su una programmazione di circo contemporaneo affidando a Giacomo Costantini l’incarico di direttore artistico della nuova sezione dedicata al circo contemporaneo.

In collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese, Comune e Teatro Verdi di Brindisi, nel 2014, grazie al sostegno dell’Unione Europea (P.O. FESR PUGLIA) El Grito realizza la prima edizione di El Grito Verso Oriente, rassegna di circo contemporaneo ideata per diffondere l’aerate circense contemporanea nel Sud Italia attraverso spettacoli, lezioni, laboratori e momenti di incontro con scuole di teatro, circo e danza.

Nel Marzo 2014 tornano alla Biennale Internazionale del Circo di Bruxelles che gli affida la programmazione della settimana conclusiva, concedendo la Carte blanche a El Grito.




© 2013 Circo el Grito P.I.11304591008 | Creazione sito Be Internet